Albicocca

Proprietà
L’albicocca contiene zuccheri, sali minerali (potassio, magnesio, fosforo, ferro, manganese, calcio, sodio, zolfo), vitamina A, B, C, PP e beta-carotene: questa vitamina consente al nostro corpo di difendersi dai raggi del sole, rende più acuta la capacità visiva e potenzia le difese immunitarie.
Per la sua ricchezza di vitamine, l’albicocca contrasta l’anemia (stimola infatti la produzione di emoglobina, la proteina che trasporta il ferro) ed è consigliata in casi di:  inappetenza, convalescenza, insonnia, nervosismo, astenia psicofisica, mancanza di riserva alcalina.
Pur essendo un frutto dal deciso sapore zuccherino, l’albicocca ha un moderato contenuto di zuccheri e questo le consente di essere consumata anche da chi segue una dieta ipocalorica. Contiene 28 calorie per 100 grammi.
Curiosità
Conosciuta e coltivata in Cina sin dal 3000 a.C., l’albicocca fu “scoperta” in Armenia da Alessandro Magno ma furono solo gli Arabi che, attorno al X secolo, iniziarono a coltivarla nel bacino del Mediterraneo e ne scoprirono le numerose virtù terapeutiche. In America l’albicocca arrivò solo dopo il 1700.
In cucina
Strudel di albicocche
Lavare bene 700 grammi di albicocche mature e tagliarle a pezzetti. Stendere una confezione di pasta sfoglia e spennellarla con 1 cucchiaio di miele sciolto in poca acqua tiepida. Sopra questa disporre uniformemente: le albicocche, 60 grammi di uvetta sultanina (precedentemente ammorbidita in acqua tiepida), 30 grammi di pinoli, una spruzzata di cannella, due cucchiai di zucchero, 4 amaretti sbriciolati. Arrotolare su sé stessa la pasta sfoglia, spennellarla di burro fuso e bucherellarla nella parte superiore. Mettere in forno caldo a 180 gradi per circa 30 minuti. Fare raffreddare e cospargere di zucchero a velo.
Per conservare le albicocche nel  freezer
Lavarle accuratamente e tagliarle a spicchi; inserirle nei sacchetti insieme a qualche cucchiaio di zucchero. Con questo sistema è possibile conservare le albicocche per 6 mesi e poi usarle per confetture, composte e dolci.
Benessere
Maschera antirughe
Lavare 3 albicocche e frullarle con un cucchiaio di yogurt intero. Applicare sul viso per 15 minuti e poi sciacquare con acqua tiepida. Questa maschera, grazie al suo apporto di vitamina A, risveglia le cellule epidermiche e nutre la pelle donandole un bel colorito.
Cibo antirughe
Un etto di albicocche contiene circa la metà del fabbisogno giornaliero di vitamina A necessaria ad un adulto: mangiare albicocche è un modo naturale per prevenire - dall’interno - l’invecchiamento della pelle e dei tessuti.