Mandarino


Proprietà
Il mandarino possiede proprietà terapeutiche antiossidanti grazie al suo contenuto di vitamina C. In proporzione, è meno ricco di vitamina C della “cugina” arancia, ma in compenso ha un gusto più gradevole  al palato.
Contiene inoltre calcio, potassio e limonene che combatte i radicali liberi.
Il suo valore calorico corrisponde a 72 calorie per 100 grammi.
Curiosità
Il mandarino ha lo stesso nome che gli Europei hanno  dato agli alti funzionari cinesi ai tempi del Celeste Impero (Mandarini, appunto) e “mandarina” si chiamava la lingua colta e raffinata dei nobili dell’antica Cina.
La parola “mandarino” deriva dal sanscrito “mantrin” e significa “consigliere”, il titolo con cui ci si rivolgeva a coloro che con lungimiranza e correttezza morale sovrintendevano le questioni politiche, economiche e sociali.
Tra tutti gli agrumi che compaiono sulla nostra tavola il mandarino è “l’ultimo arrivato”  in Occidente: originario della Cina e del Laos, il mandarino è approdato in Italia solo dopo il 1800 e, più precisamente, nel 1828 portato - sembra - dai Portoghesi.
In cucina
Crostata di mandarini
Stendere una confezione di pasta frolla già pronta in una tortiera e punzecchiare qui e là con la forchetta. Ricoprire la pasta con un foglio di carta da forno, su questa mettere dei fagioli secchi per evitare che si gonfi e poi infornare per circa 30 minuti. Togliere dal forno la “base”, togliere la carta e i fagioli e lasciare raffreddare. Spalmare la “base” con  uno strato di marmellata di arancia. Sbucciare 4 mandarini e tagliare gli spicchi a metà in senso orizzontale. Posizionare gli spicchi sulla “base” iniziando dal centro e poi spennellare la crostata con 2 cucchiai di marmellata d’arancia sciolta in acqua tiepida.
Benessere
Prima di dormire
Il mandarino contiene il “bromo”, un blando sedativo del sistema nervoso centrale; per questa ragione i mandarini potrebbero aiutare - se consumati la sera - chi ha problemi di sonno.
Si usa tutto
Come l’arancia, il mandarino è un frutto utilizzato in ogni sua parte: dalla scorza si ottiene un’essenza aromatica molto apprezzata in cucina per la preparazione di liquori e dolci.
Al mattino
Una bella spremuta di mandarini bevuta al mattino appena svegli, è un buon modo di iniziare la giornata e un ricostituente naturale.