Torna alle News dal Mondo

I dinosauri erbivori non erano del tutto vegetariani.

 I dinosauri erbivori talvolta lasciavano perdere le abbondanti e rigogliose piante di cui si nutrivano per mangiare gli antenati dei nostri odierni gamberetti e granchi.
Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori guidato dalla paleontologa Karen Chin (Università del Colorado), analizzando i resti fossili degli escrementi di alcuni dinosauri vissuti circa 75 milioni di anni fa.
La temporanea interruzione della dieta vegetariana consentiva di assumere sostanze nutritive, come proteine e calcio, importanti nel periodo della posa delle uova.
I dinosauri vengono spesso associati allo stereotipo di spietati e feroci animali carnivori, ma ne esistevano migliaia di specie molto più mansuete e che si cibavano di piante.
Gli esperti hanno scoperto che i dinosauri di Kaiparowits avevano mangiato legna in decomposizione delle vicine conifere. Ma in una decina di coproliti sono state ritrovati anche frammenti di strutture convesse, molto simili ai rivestimenti delle zampe, o delle chele, di alcuni crostacei. Il confronto con esperti ha confermato la provenienza delle parti che, comunque, risultavano essere state masticate e non ingerite per sbaglio. Anche alcuni uccelli moderni con una dieta erbivora integrano la dieta con spuntini a base di insetti.