Pesca


Proprietà
La pesca è ricca di zuccheri, vitamine A, B, C e sali minerali (sodio, potassio, ferro, calcio).
Svolge un'azione depurativa che si manifesta con l'incremento della funzionalità dei reni e dell'intestino. E' anche vermifuga, per la presenza dell'acido cianidrico.
Quando è ben matura è un frutto rinfrescante, energetico e diuretico. E’ ben tollerata anche da chi ha lo stomaco delicato.
Il suo seme ha, all'interno, una mandorla velenosa: infatti contiene  un particolare tipo di acido che, a contatto con la saliva, diventa tossico.
Curiosità
La pesca è originaria della Cina, paese in cui è coltivata da oltre 5.000 anni. Da lì si è poi diffusa in Siria, Persia (da cui prese il nome, Prunus persica) e Grecia, dove era già conosciuta nel IV secolo a.C. In Italia la pesca arrivò attorno al I secolo a.C. e in America giunse con i colonizzatori spagnoli.
Non tutti sanno che il pesco è uno strettissimo parente del susino (il cui nome è infatti Prunus domestica) e che entrambi appartengono alla famiglia delle “rosacee”, la stessa famiglia delle rose e di tanti altri frutti che in comune tra loro hanno il fiore a 5 petali.
In cucina
Pesche sciroppate
Versare mezzo chilo di zucchero in un litro d’acqua e portare a ebollizione. Trascorsi 10 minuti, togliere dal fuoco e far raffreddare. Sbucciare le pesche, eliminare i noccioli e tagliarle a metà. Inserire alcune “metà” in vasi di vetro e riempire con lo sciroppo di zucchero. Chiudere i vasi ermeticamente, inserirli in una pentola colma d’acqua bollente e sterilizzarli per 10 minuti.
Benessere
Maschera idratante
Frullare 2 pesche mature e mescolarvi un cucchiaio di miele. Stendere sul viso per 20 minuti. Applicare 2 volte la settimana.
Attenzione
La pesca contiene vitamine termolabili (che si alterano con l’effetto del calore) come, ad esempio la vitamina C, e per questo motivo deve essere consumata entro breve tempo dopo l’acquisto.